< Tutti gli articoli

Clinica e terapia delle condotte aggressive o violente nel disturbo da uso di allucinogeni


Scuola di Specializzazione in Psichiatria, Università di Pisa

Scuola di Specializzazione in Psichiatria, Università di Pisa

Scuola di Specializzazione in Psichiatria, Università di Pisa

Dipartimento di Psichiatria e Dipendenze, Unità Sanitaria Nord- Ovest, Regione Toscana, Sezione

Istituto di Scienze del Comportamento "G De Lisio" Pisa

Dipartimento di Psichiatria e Dipendenze, Unità Sanitaria Nord- Ovest, Regione Toscana, Sezione Psichiatria, Zona della Versilia Viareggio, Lucca Associazione per l’Utilizzo delle Conoscenze Neuroscientifiche a fini Sociali, (AU-CNS), Pietrasanta Lucca

Istituto di Scienze del Comportamento "G De Lisio" Pisa Associazione per l’Utilizzo delle Conoscenze Neuroscientifiche a fini Sociali, (AU-CNS), Pietrasanta Lucca Unità di Disturbo Duale "VP Dole" Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, Università di Pisa

Articolo di 7 pagine in formato pdf
Secondo quanto riportato dalla letteratura classica, nel corso di un’intossicazione acuta da LSD, e in particolare allorquando si manifesti un vivo stato confusionale, i soggetti possono andare incontro allo sviluppo di aggressività sia auto che eterodiretta. Tuttavia, secondo quanto emerge sia dal rapporto del 2011 dell’European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA), sia da quello delle autorità sanitarie dei Paesi Bassi – dove centinaia di migliaia di porzioni di “magic mushrooms” a base di psilocibina sono legalmente venduti ogni anno – i danni di grave entità legati al consumo di sostanze psichedeliche risultano estremamente rari. Inoltre, le autorità giudiziarie olandesi riferiscono che la vendita legale dei “funghetti” a base di psilocibina non dimostra associazione con problemi di ordine pubblico. LSD o psilocibina sembrano essere responsabili approssimativamente dello 0,005% degli accessi in Pronto Soccorso negli Stati Uniti. Secondo numerosi esperti, le sostanze allucinogene come l’LSD e/o i funghetti a base di psilocibina sono molto meno dannosi rispetto all’alcol e ad altre sostanze regolarmente in commercio, sia in termini di pericolo per il consumatore sia in termini di danno per la società.