< Tutti gli articoli

COVID & addiction: i risultati degli studi condotti nell’Italia del Nord su persone con problemi dovuti all’uso di alcol e di sostanze illegali


Ricerca & Innovazione Dipendenze – Open Group Impresa Sociale, Bologna Presidente SITD Emilia Romagna ORCID 0000-0003-1403-3148

Articolo di 7 pagine in formato pdf
In Italia, le persone con problemi dovuti all’uso di sostanze hanno avuto una maggiore compromissione con il COVID-19 rispetto alla popolazione generale, testimoniata dal più alto rischio di ricoveri ospedalieri per COVID-19, dalla più elevata mortalità durante il ricovero, e dal più elevato tasso di decesso per COVID-19. Dagli studi emerge inoltre una maggiore fragilità clinica e sociale per questi pazienti. Non si rileva invece un maggior rischio di accessi al Pronto Soccorso per tentato suicidio, ad eccezione delle donne con diagnosi di AUD, che riportano tassi più elevati nel periodo COVID-19 rispetto agli anni precedenti. In questo articolo verranno presentati i risultati di cinque studi condotti su popolazioni di persone con diagnosi di substance use disorders (SUD) e di alcohol use disorders (AUD) nell’Italia del Nord relativamente i) ai ricoveri per COVID-19 e alla mortalità tra le persone ricoverate; ii) alla mortalità per COVID-19; iii) agli accessi al pronto soccorso (PS) per tentato suicidio (TS) nel periodo precedente (periodo 2009/2019) e durante il primo lockdown nel corso del 2020.