< Tutti gli articoli

Gli invisibili e il COVID-19: gli effetti sanitari e sociali della pandemia sui cittadini più marginali e fragili. Il Progetto “Io R-esisto in strada” a Torino


Unità di Sopravvivenza Notturna Endurance, ASL TO3, Torino

Dipartimento di Culture, Politica e Società Università di Torino 3Dipartimento Patologia delle

Dipartimento Patologia delle Dipendenze ASL TO3, Torino

Articolo di 4 pagine in formato pdf
L’accesso alle prestazioni sanitarie per gli homeless è da sempre un punto dolente di tutti i percorsi di presa in carico: nella maggior parte dei casi gli interventi sono limitati al fronteggiare gli episodi acuti con accessi al pronto soccorso e – se si eccettuano i casi di coloro che sono già in carico ai servizi per altre condizioni di fragilità – risulta difficoltoso persino ottenere un MMG ed è del tutto impossibile rientrare in programmi di screening e prevenzione. Il progetto descritto ha “colto”, quindi, l’occasione della pandemia per andare a colmare questo gap d’accesso, dando ulteriore ed ennesima dimostrazione di come lavorare in rete voglia dire integrare, in maniera coordinata, una pluralità di risorse e azioni in un piano organico di interventi, ancor più in settori specifici e particolarmente delicati quali quelli della lotta alla povertà e del contrasto delle disuguaglianze.